Filcem cgil Catania
 
menu_left menu_right

XV Congresso CGIL Sicilia: Michele Pagliaro eletto Segretario Generale. Emanuele Macaluso Presidente onorario del direttivo

Catania, 26 marzo -Michele Pagliaro è stato confermato segretario generale della Cgil Sicilia. Lo ha eletto il nuovo direttivo regionale con 93 voti a favore e un astenuto, al termine del congresso che ha votato anche i 33 delegati siciliani alle assise nazionali del sindacato, che si terranno a Rimini dal 6 all’8 maggio.  Il direttivo, 
accogliendo la proposta di Pagliaro, ha eletto come proprio presidente onorario, Emanuele Macaluso. Pagliaro ha 42 anni ed è di Enna. La sua elezione, dopo due giorni di lavori che hanno visto i 319 delegati al congresso discutere sui temi del lavoro e dello sviluppo sostenibile, 
della lotta contro la mafia e  contro la  corruzione. “La nostra battaglia per il lavoro, lo sviluppo e la legalità continua”, ha detto Pagliaro subito dopo l’elezione. “Incalzeremo il governo regionale- ha aggiunto- affinchè si dia un progetto per il lavoro e lo sviluppo della nostra regione e perché lo faccia subito, nel confronto con le parti sociali”.  Pagliaro ha sostenuto che “ al governo ‘contro’, che agisce per destrutturare il vecchio sistema con una meritoria azione contro la 
mafia e la corruzione deve subito affiancarsi un  governo ‘per’.  Il governo Crocetta deve cioè agire – ha sostenuto- per le riforme, per il lavoro, per lo sviluppo, per fare risorgere la Sicilia dalle macerie e dare una speranza ai giovani”.  Il segretario della Cgil ha ricordato che “la situazione economico- sociale della Sicilia è pesante, basti pensare che il 17% della disoccupazione nazionale tra il 2008 e il 2013si è registrata nella nostra regione. Questo  -ha sottolineato- richiede un cambio di rotta e di passo a tutto campo. La Sicilia non può più attendere- ha sottolineato Pagliaro-, il governo ascolti il sindacato e le sue proposte e metta in campo un’azione decisa”. Preoccupazione dal segretario della Cgil per la situazione politica incerta e per il rinvio del varo della manovra- bis, che “rendono ancora più precaria la situazione siciliana”. A Cisl e Uil , dal segretario Pagliaro viene un richiamo all’unità mentre a Confindustria una sfida sui temi dell’ acqua e dei rifiuti.  “Si  discuta con franchezza e trasparenza –ha detto-  della situazione e degli obiettivi  che si devono perseguire.  Di come costruire servizi efficienti per la collettività, nella legalità e  a tariffe sostenibili, partendo da qui se si pensa di potere costruire progetti condivisi da sottoporre al governo della Regione”.  A tutto il sistema dell’impresa Pagliaro chiede inoltre di percorrere la strada degli investimenti per contribuire alla ripresa.  “C’è un mondo del lavoro che chiede risposte – ha sottolineato-che vive una situazione di grande disagio.  La Cgil incalzerà il governo  regionale e deciderà sull’ iniziativa sindacale da portare avanti  sulla base delle risposte 
che il governo saprà dare”.
2014 dac
 
26/03/2014


Commenta la notizia


Non è presente alcun commento.